Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Homepage > Eventi ed iniziative > Da Colbordolo verso Urbino

EventiCommerciale

Fano, Galleria Credito Valtellinese, giovedì 15 ottobre 2020 - domenica 13 dicembre 2020

Da Colbordolo verso Urbino

A seguito delle recenti disposizioni governative informiamo che la mostra resta temporaneamente chiusa.

Sulla base delle future indicazioni da parte delle autorità competenti comunicheremo tempestivamente le nuove modalità di accesso.

Alla Galleria Credito Valtellinese di Palazzo Corbelli a Fano, fino al 13 dicembre 2020 è in corso una rilevante mostra dedicata alla fotografia, al video e a un territorio unico al mondo per storia e bellezza paesaggistica, “Da Colbordolo verso Urbino: l’arte, la vita, il vento”, prodotta attraverso un progetto didattico originale e radicato, che l'associazione “Centrale Fotografia” di Fano organizza nelle Marche da quindici anni.

Il progetto didattico da cui nasce la mostra s'intitola “Corso di Fotografia a Vallefoglia / Da Colbordolo verso Urbino: l’arte, la vita, il vento”, ispirato al pittore Raffaello Sanzio (Urbino, 1483 - Roma, 1520) e a suo padre Giovanni Santi (Colbordolo, 1435 - Urbino, 1494), in occasione dei cinquecento anni dalla morte del genio pittorico Raffaello, avvenuta a Roma nel 1520. Posticipato a forza dagli eventi pandemici, il workshop si è tenuto dal 2 al 30 settembre 2020 grazie all’ostinazione di corsisti, organizzatori e tutor di “Centrale Fotografia” che hanno desiderato portare a termine gli impegni intrapresi all’inizio dell’anno. Ne deriva un progetto corale e interattivo che è riuscito a far emergere le più svariate sensibilità e peculiarità dei fotografi partecipanti. Il catalogo, stampato per l’occasione, contiene oltre cento immagini e diversi testi, tra cui quelli di Roberta Valtorta, Piero Pozzi, Diego Mormorio e altri.

Creval e Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, co-produttori dell’iniziativa, con la proposta espositiva “Da Colbordolo verso Urbino: l’arte, la vita, il vento”, hanno inteso valorizzare l'azione culturale con cui “Centrale Fotografia” si è contraddistinta anche in campo nazionale. In Galleria sono esposte le immagini, circa un centinaio, dei trenta fotografi coinvolti alternati dai contributi filmici del videomaker Gancluca Vincenzetti, realizzati durante il percorso della vecchia strada collinare, detta Via dei Forquini (Strada Provinciale 73), che da Colbordolo conduce alla città di Urbino. Una strada antica, che attraversa un paesaggio che ricorda quello ancor oggi visibile negli sfondi pittorici dei quadri rinascimentali di Raffaello e Santi.

In via eccezionale e grazie alla collaborazione degli “Eredi Luigi Ghirri”, la mostra è arricchita da una rara fotografia pubblicata nel libro fotografico “Kodachrome” (1978), realizzata in Urbino nel 1975 da Luigi Ghirri (Reggio Emilia 1943-1992), probabilmente il più noto fra i fotografi italiani a livello internazionale.