​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​
 

​​


Finanziamenti fino a 30.000 euro

Con la conversione in legge del "Decreto Legge Liquidità n. 23 dell’8 aprile 2020" sono state ampliate le opportunità offerte a sostegno della liquidità delle imprese danneggiate dal COVID-19. In particolare:

L’importo del finanziamento richiedibile è stato innalzato da 25.000 a 30.000 euro
La durata del finanziamento è stata estesa da 72 a 120 mesi

 
Creval mette dunque a disposizione delle persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni la cui attività d'impresa è stata danneggiata dall'emergenza COVID-19 un finanziamento fino a 30.000 euro garantito al 100% dal Fondo di garanzia

 
Caratteristiche: 
durata compresa tra 60 e 120 mesi con preammortamento non inferiore a 24 mesi
•       importo non superiore a uno dei due seguenti parametri, alternativi tra loro: 
         - il 25% del fatturato 2019
         - il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile
tasso fisso entro i limiti massimi fissati dalla norma
spese d’istruttoria azzerate
rata mensile​
garanzia del Fondo di Garanzia pari al 100% del finanziamento.

 
Documentazione necessaria per ottenere il finanziamento
Copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente il finanziamento
Ultimo bilancio depositato oppure ultima dichiarazione fiscale presentata oppure situazione contabile provvisoria 2019. È​ prevista autodichiarazione per le imprese costituite dal 01.01.2019 in avanti.​
Iscrizione all’Albo o all'Ordine Professionale

 
La documentazione specificata potrà essere inoltrata con firma autografa mediante la funzione di scambio documentale in Bancaperta, tramite PEC indirizzata alla Filiale di riferimento o comunicazione al proprio Gestore tramite il form sottostante.

Creval, ricevuta la documentazione completa, invierà comunicazione dell’esito della richiesta di norma in 7 giorni lavorativi e, comunque, entro un tempo massimo di 14 giorni lavorativi. L’erogazione avverrà entro i 2 giorni lavorativi successivi alla firma del contratto di finanziamento. ​

Per approfondimenti possono essere consultati:


 
Finanziamenti concessi fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Liquidità

Per i finanziamenti di 25.000 euro concessi alle PMI fino al 6.6.2020 con garanzia del 100% del Fondo Centrale di Garanzia, è prevista la possibilità di richiedere l’allungamento fino alla durata massima prevista di 10 anni o l’incremento di importo fino al massimo di 30.000 euro complessivi.
A tale fine è possibile esercitare una delle seguenti opzioni:
•         Allungamento durata del finanziamento originario
•         Richiesta di finanziamento integrativo
•         Allungamento durata del finanziamento originario e finanziamento integrativo
•         Estinzione del finanziamento originario e richiesta di un finanziamento sostitutivo 

Per maggiori informazioni anche al fine di valutare la soluzione più adeguata alle proprie necessità potrà essere contattato il proprio Gestore tramite il form sottostante​.​​​​

​​​​
Sospensione rata mutuo prima casa​​

La Banca ha aderito al "Fondo di sospensione mutui per l'acquisto della prima Casa" (cosiddetto Fondo Gasparrini), istituito presso il ​Ministero dell'Economia e delle Finanze, che prevede la sospensione fino a 18 mesi delle rate dei mutui ipotecari stipulati per l'acquisto delle Prima Casa. Il Fondo prevede anche il rimborso del 50% degli interessi maturati nel periodo di sospensione.

È​​ possibile richiedere la sospensione delle rate per mutui ipotecari con le seguenti caratteristiche:

  • stipulati per l'acquisto della prima casa di abitazione, escluse abitazioni classificate come A​1, A8, A9
  • erogati per un importo massimo di 400.000 euro
  • che non beneficino di altre agevolazioni pubbliche (contributi in conto interessi, garanzie statali diverse dalla garanzia del Fondo per la prima casa​)
  • che non abbiano ritardi nei pagamenti delle rate superiori a 90 giorni

La sospensione può essere richiesta in caso di:​

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato, parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia
  • morte o riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all'80%.
  • sospensione dal lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi
  • riduzione dell'orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, corrispondente ad una riduzione almeno pari al 20% dell'orario complessivo,
  • riduzione media giornaliera del fatturato del lavoratore autonomo e libero professionista rispetto al periodo di riferimento, registrato in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, superiore al 33% del fatturato medio giornaliero dell'ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall'autorità competente per l'emergenza coronavirus.

Il modulo di domanda è reperibile sul sito Consap​ ente gestore del Fondo. 

​​La documentazione specificata potrà essere inoltrata con firma autografa mediante la funzione di scambio documentale in Bancaperta, tramite PEC indirizzata alla Filiale di riferimento o comunicazione al proprio Gestore tramite il form sottostante​.​​​

Creval ricevuta la documentazione completa provvederà all’inoltro telematico a Consap entro 10 giorni dalla richiesta, per la valutazione sull’ammissione o meno della richiesta di sospensione. Consap invierà il riscontro a Creval entro 20 giorni dalla ricezione della richiesta. Decorso quest’ultimo termine, la domanda si ritiene comunque accolta anche in assenza di risposta.​

Per approfondimenti possono essere consultati:
​​​​
Sospensione rata finanziamenti/rinvio scadenza affidamenti ai sensi del Decreto "Cura Italia"

Consente di richiedere la sospensione del pagamento di rate/canoni leasing (quota capitale e interessi o solo quota capitale), la proroga dei prestiti non rateali e la non revocabilità degli importi accordati dalla banca come fidi a revoca ​​​fino al 31.01.2021 (la scadenza originaria del 30.09.2020 è stata prorogata al 31.01.2021 dal DL 104/2020).

Per accedere alla moratoria occorre:

  • aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta dell'epidemia da COVID-19
  • al 17 marzo 2020 essere "in bonis", ovvero non avere posizioni debitorie classificate come deteriorate. In particolare, non deve avere rate scadute (ossia non pagate o pagate solo parzialmente) da più di 90 giorni.

La moratoria del Cura Italia è operativa dal 17 marzo 2020. Le rate scadute e non pagate prima del 17 marzo non possono essere computate nell'ambito della sospensione.​

È possibile scaricare la domanda a questo link Modello Cura Italia
La documentazione specificata potrà essere inoltrata, entro il 31 dicembre 2020, con firma autografa mediante la funzione di scambio documentale in Bancaperta, tramite PEC indirizzata alla Filiale di riferimento o comunicazione al proprio Gestore tramite il form sottostante.

Creval ricevuta la documentazione completa invierà comunicazione dell’esito della richiesta di norma in 3 giorni lavorativi e, comunque, entro un tempo massimo di 6 giorni lavorativi​.

Il DL 104/2020, ha previsto per le imprese già ammesse alla moratoria “Cura Italia” alla data del 15.08.2020, la proroga automatica senza alcuna formalità della moratoria stessa fino al 31 gennaio 2021.

Per approfondimenti possono essere consultati:

​​​​
Sospensione mutui ipotecari, finanziamenti chirografari e prestiti personali

Creval mette a disposizione della propria clientela la possibilità di richiedere la sospensione per una durata fino a 12 mesi della quota capitale di mutui ipotecari, finanziamenti chirografari e prestiti personali (Credito al Consumo)

 

È possibile scaricare la domanda a questo link modulo banca​
La documentazione specificata potrà essere inoltrata con firma autografa mediante la funzione di scambio documentale in Bancaperta, tramite PEC indirizzata alla Filiale di riferimento o comunicazione al proprio Gestore tramite il form sottostante.

Per approfondimenti può essere consultata la sezione:​

​​​​


Sospensione quota capitale finanziamenti per attività professionale

Creval mette a disposizione della propria clientela la possibilità di richiedere la sospensione fino a massimo 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti di durata superiore a 18 mesi riferiti all'attività professionale. La sospensione potrà essere di massimo 6 mesi per i mutui chirografari con durata fino a 18 mesi.

Se il finanziamento:

  • ha una durata originaria maggiore di 18 mesi
  • è stato stipulato prima del 31/01/2020
  • non ha già fruito negli ultimi 24 mesi della sospensione o allungamento ai sensi dell'Accordo per il Credito, 

il modulo per richiedere la sospensione è scaricabile al seguente link.

Se il finanziamento non risponde alle caratteristiche qui sopra, occorre compilare il modulo al seguente link .​​

La documentazione specificata potrà essere inoltrata con firma autografa mediante la funzione di scambio documentale in Bancaperta, tramite PEC indirizzata alla Filiale di riferimento o comunicazione al proprio Gestore tramite il form sottostante.

​Per approfondimenti può essere consultata la sezione:​

​Invia la tua richiesta​
​Accedi a Bancaperta da web o da APP e inviaci la tua richiesta tramite la nuova funzione dedicata
Se invece non disponi del servizio Bancaperta inviaci la tua richiesta compilando questo form
​​Per eventuali richieste di approfondimento normativo è possibile scrivere all’indirizzo​​​ moratoria@creval.it​​​