​SPETTANZA DELLE DETRAZIONI SUGLI INTERESSI E ONERI ACCESSORI SU MUTUO IPOTECARIO CONCESSO DALLA BANCA CREDITO VALTELLINESE S.P.A. DAL PERIODO D'IMPOSTA 2019


La presente dichiarazione ha l'esclusivo fine di comunicare attraverso la Banca le informazioni utili per la predisposizione della dichiarazione dei redditi (MOD. REDDITI e 730) precompilata dei dichiaranti. Qualora le informazioni dichiarate fossero superate da eventi successivi alla stessa o qualora le stesse fossero ritenute successivamente errate è obbligo del dichiarante effettuarne la correzione con la compilazione corretta della propria dichiarazione dei redditi.

La dichiarazione va rilasciata in relazione al mutuo effettivamente erogato pertanto, in caso di erogazioni a stato di avanzamento dei lavori o a tranche ogni intestatario del mutuo dovrà ripresentare una nuova dichiarazione complessiva comprensiva degli importi di tutte le erogazioni ricevute.​

In quest'area è possibile solo compilare e stampare il modulo relativo alla "dichiarazione sostitutiva di certificazione". La dichiarazione deve essere sottoscritta con firma autografa e può essere trasmessa, allegando un documento di identità valido, con una delle seguenti modalità:

      • inviandola via mail ordinaria, all'indirizzo della filiale che può riscontrare digitando https://www.creval.it/trova-filiale nella barra degli indirizzi del suo motore di ricerca, dopo averla scannerizzata in formato pdf o fotografata da cellulare in formato jpg o png, su file di dimensione massima di 5 MB;
      • in "Bancaperta",  entrando con le proprie credenziali nell'area "PER TE" e selezionando "Invia/richiedi documenti" e poi "invia documenti" dove, dopo aver digitato "Invio comunicazione per detrazioni irpef" nei campi "Titolo" e "Messaggio", avrà la possibilità di allegare il file prodotto come sopra descritto tramite  "allega documento";
      • consegnandola alla filiale che ha ricevuto la richiesta di mutuo.

 

 

Terminologia

Acquisto di una unità immobiliare da adibire ad abitazione principale

Per acquisto si intende solo l'acquisizione della proprietà o nuda proprietà, è escluso l'usufrutto e ogni altro diritto d'uso.

Per abitazione principale si intende la dimora abituale propria o dei propri familiari (parenti fino al terzo grado o affini fino al secondo grado) cioè bisnonni, nonni, zii, nipoti, cognati, generi e nuore).

Intestatario o cointestatario

Sono i soggetti che sottoscrivono il mutuo obbligandosi in solido al pagamento. Non sono cointestatari i garanti, che intervengono in caso di mancato pagamento da parte degli obbligati.

Mutuo Ipotecario

E' il contratto di finanziamento nella forma del mutuo garantito da ipoteca da chiunque rilasciata.

Quota mutuo del cointestatario

La quota mutuo del cointestatario pari all'importo del mutuo (rigo1) diviso per il numero dei cointestatari (rigo 2) in caso di mutuo erogato a più soggetti.

La quota mutuo del cointestatario rappresenta quindi l'importo del finanziamento che in base al contratto di mutuo il singolo cointestatario dovrà restituire alla banca a rate.

 

Compilazione della dichiarazione

 Ai fini di una corretta dichiarazione il dichiarante deve:

  1. indicare quale anno di riferimento quello in cui avviene l’erogazione per la quale si effettua la dichiarazione di variazione (ad es. l’anno di erogazione di una nuova tranche a stato di avanzamento – ​sal - ) o quello in cui si producono gli effetti giuridici della nuova situazione intervenuta (es. per il trasferimento dall’abitazione principale inserire l’anno successivo)
  2. indicare quale importo del mutuo il totale mutuo erogato all’atto della dichiarazione (implementandolo eventualmente ad ogni erogazione di nuove tranche a sal)
  3. indicare il numero degli intestatari debitori del mutuo (senza considerare pertanto gli eventuali garanti)
  4. determinare la quota del mutuo a suo carico di cui al rigo 3 dividendo l’importo del mutuo (rigo 1) per il numero dei cointestatari (rigo 2) in caso di mutuo erogato a più soggetti;
  5. in base alla effettiva destinazione data all’importo finanziato dalla banca, imputare la quota del mutuo a suo carico (determinata nel rigo 3) ad uno o più dei righi 4, 5, e 6,  in modo che la somma dei righi 4 + 5 + 6 dia il valore del rigo 3.

​ 

Si propongono di seguito alcuni esempi di compilazione:

​​