Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Homepage > Eventi ed iniziative > Il Credito Siciliano per Palermo Capitale della Cultura 2018

EventiCommerciale

Palermo, sabato 16 giugno 2018 - domenica 4 novembre 2018

Il Credito Siciliano per Palermo Capitale della Cultura 2018

wipe out design e Alberto Casiraghy

​Il Credito Siciliano è orgogliosamente presente a Palermo, Capitale della Cultura 2018, con due mostre-evento – wipe out design#Panormous e I pulcini di Casiraghy. Tipografia e poesia – in concomitanza con Manifesta12.

#Panormous, contrazione fra il toponimo greco antico di Palermo e l'aggettivo anglosassone enormous, è localizzata in un ambiente dal forte carattere archeologico-industriale: l'ex cucina centralizzata delle Officine Ducrot – attualmente gestito dall'incubatore d'impresa e co-working Cre.Zi.Plus – ubicata all'interno dei Cantieri Culturali della Zisa. In quest'area trovò insediamento alla fine del XIX secolo la prima ed unica concessionaria di produzione di mobili e arredi di lusso della ditta Gebrüder Thonet di Vienna. Questi complementi d'arredo assumono - nell'installazione #Panormous - un ruolo di elemento-base-modulare per un artwork collegato alla serie 'wipe out design'. Col desiderio di affiancare all'evento ufficiale di Manifesta una proposta originale sul piano dell'elaborazione artistica, in grado al contempo di trarre spunto dalla realtà urbana della Palermo contemporanea, ecco una sintesi spontanea dell'assunto culturale appena citato, in perfetta consonanza con la componente etica, ed estetica, della biennale nomade. SI tratta di un 'ensemble' di 4 poltroncine Thonet (la classica 712) in copia perfetta di quelle prodotte nelle celebri Officine Ducrot a Palermo nei primi del '900, agglomerate da un tessuto connettivo fatto di mattoncini LegoTM. Quasi una concrezione spontanea, che si sviluppa con insolite gemmazioni plastiche a partire dal sedile in paglia di Vienna, per poi raccordarsi fra le sue varie parti attraverso incongruenti passaggi aerei issati su pilastri sottili, incerti, verosimilmente instabili. Avvicinandosi alla scena, la natura degli elaborati plastici si rivela, mostrandosi quale repertorio di brani della Palermo antica e di quella attuale, interpretati alla maniera di fragili plastici urbanistici o di modelli in scala minuta per landmark metropolitani. Otto disegni a grafite su carta Xerox da foreste sostenibili completano l'installazione.

I pulcini di Casiraghy. Tipografia e poesia è un'installazione site-specific realizzata nella Sede di Palermo del Credito Siciliano, le cui vetrine affacciano su via Libertà, e presenta una selezione di volumetti esposti come uno sciame svolazzante e animato – il volo delle idee - che sfida la forza di gravità per librarsi nello spazio finito dei vano-vetrina affacciati sulla più prestigiosa promenade cittadina. In queste copertine il racconto di un mondo, quello del tipografo e artista Alberto Casiraghy: la Filosofia della vita; gli Amici (Scrittori, Artisti, Alda Merini); le Arti (Musica, Gastronomia, la Tipografia e i Libri); Copertine e libri-oggetto.

---------------------------------------------------------------------------------Disclaimer gallery

Le immagini presenti vengono fornite allo scopo di illustrare alla stampa i contenuti delle mostre; sono dunque destinate a critici e giornalisti per le segnalazioni degli eventi sulle testate, e non possono essere utilizzate per altri usi.