Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Homepage > Eventi ed iniziative > ARTISTI E POETI PER CAMILLO DE PIAZ

EventiCommerciale

Galleria Creval, Milano, mercoledì 20 marzo 2019 - sabato 27 aprile 2019

ARTISTI E POETI PER CAMILLO DE PIAZ

Una storia per immagini


 

Sede: Galleria Creval – Corso Magenta, 59 - Milano

Durata mostra: 20 marzo – 27 aprile 2019

​Inaugurazione: martedì 19 marzo ore 18.30 Galleria Creval 

​Orari e ingressi: Galleria Creval da mercoledì a venerdì h.15 - 19.30, sabato h. 10 – 14, chiuso domenica, lunedì e martedì; 25 aprile

INGRESSO LIBERO

​Informazioni al pubblico: Galleria Gruppo Creval - galleriearte@creval.it​ - www.creval.it


 
TALKS

 
Martedì 26 marzo h.18 \ Galleria Creval
Laura Novati
CAMILLO, LE IMMAGINI DI UNA LUNGA STORIA

 
Giovedì 28 marzo h.19,30 \ Casa della poesia, via Formentini 10 - Milano
Giancarlo Majorino – Simone Zecca
POETI PRESENTI IN CATALOGO

 
Giovedì 4 aprile h.18 \ Galleria Creval
Jacqueline Ceresoli – Davide Rampello
EDITORIA E CRITICA D’ARTE

 
Lunedì 15 Aprile h.15 \ Casa della Cultura, via Borgogna 3 - Milano
Sandro Antoniazzi, Aldo Bonomi, Ferruccio Cappelli, d. Virginio Colmegna, p. Antonio Santini, Benedetto Saraceno
IL SECOLO LUNGO DI DAVID E CAMILLO

 
Mostra organizzata con il patrocinio del Comune di Tirano dal Comitato Promotore per i 100 anni della nascita di Camillo De Piaz, PGI – Pro Grigioni Italiano, Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, Servi di Maria

 
L’iniziativa espositiva presso la prestigiosa sede della Galleria delle Stelline, proposta dal Comitato  presieduto dal cardinale milanese Francesco Coccopalmerio, intende richiamare l’attenzione sulla figura di Padre Camillo De Piaz, un religioso valtellinese che ha segnato – nella seconda metà del Novecento e nel primo decennio del nostro tempo presente – la storia religiosa, sociale, culturale tanto della sua Valtellina e del Grigioni, quanto della metropoli lombarda, dove ha svolto la maggior parte delle sue attività a cominciare dagli studi all’Università Cattolica e dalla partecipazione alla Resistenza con il confratello David Maria Turoldo, alla predicazione in duomo.
Camillo de Piaz nella sua lunga vita ha frequentato, fra gli altri, molti intellettuali: scrittori, poeti, registi, artisti con cui ha intrattenuto preziose amicizie; attribuiva  all’amicizia un valore fondamentale, senza confini ideologici, religiosi, geografici o di qualsiasi altra natura; era generoso di Amicizia, in particolare verso gli artisti con cui condivideva pensieri ed opere e così sosteneva, nella raccolta di suoi scritti “LINEA RETICA Scritti d'arte 1960-2007”, pubblicata nel 2008: “si può, si dovrebbe essere grati agli artisti. Che cosa sarebbe la nostra vita senza la loro compagnia?" Questa sua frase è stata più volte ripresa, in esergo, in pubblicazioni editoriali che si sono susseguite e hanno visto la luce in Valtellina nel corso degli ultimi 20 anni. 
Camillo de Piaz ha tessuto e sviluppato una rete di incontri, rapporti e sodalizi che testimoniano un'epoca di corrispondenze fra terre e luoghi diversi e che hanno creato rimandi e riflessi in un'area geografica nazionale e internazionale, dal Friuli al Piemonte, dalla Lombardia alla Svizzera, alla Toscana, al Veneto. Su questo tema dell’Amicizia e su questo tessuto/intreccio molto diramato e profondo si articola la mostra curata da Valerio Righini e Giorgio Luzzi, grazie al contributo progettuale di alcuni membri dell’Associazione Padre Camillo De Piaz: Aldo Bonomi, Graziano Tognini, Giovanni Bettini, Piercarlo Stefanelli, Mario Garbellini, Antonio Santini, Francesco Racchetti e Bruno Ciapponi Landi.
Una convinzione di Padre Camillo era che non mancassero in Valtellina e Valchiavenna artisti meritevoli di essere fatti conoscere, superando il complesso della loro presunta perifericità culturale (è infatti possibile essere “provinciali” a Milano e non esserlo a Livigno), argomento che ha trovato del tutto insensibile il mercato. 
Tra gli artisti in mostra: Lucio Fontana, Franco Francese, Emilio Tadini, Wolfgang Hildesheimer, Mario Negri, Alik Cavaliere, Giuseppe Ajmone, Aldo Carpi, Aligi Sassu, Gianni Dova, Regina, Fiorenzo Tomea
In catalogo, fra gli altri, poesie di: Guido Ballo, Luciano Erba, Franco Fortini, Giovanni Giudici, Grytzko Mascioni, Alda Merini, Balilla Pinchetti, Giovanni Raboni, David Maria Turoldo, Alberico Sala, Roberto Sanesi, Andrea Zanzotto. 
A completare il percorso espositivo saranno le fotografie in bianco e nero che riguardano le amicizie, gli incontri, i momenti cruciali e i luoghi significativi della vita di De Piaz che raccontano i primi decenni d’attività (1929-1957), i decenni seguenti del secondo Novecento e inizio nuovo millennio (1958-2010) e il rapporto con la Valposchiavo.
---------------------------------------------------------------------------------
Disclaimer gallery
Le immagini presenti vengono fornite allo scopo di illustrare alla stampa i contenuti delle mostre; sono dunque destinate a critici e giornalisti per le segnalazioni degli eventi sulle testate, e non possono essere utilizzate per altri usi.