Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Homepage > Eventi ed iniziative > DA UN RESTAURO A UN PROGETTO CULTURALE PER IL TERRITORIO

EventiCommerciale

Morbegno, Auditorium Sant’Antonio, sabato 17 settembre 2016 -

DA UN RESTAURO A UN PROGETTO CULTURALE PER IL TERRITORIO

La Fondazione Isabel & Balz Baechi nelle Valli dell’Adda e della Mera

 

La giornata di studi si propone di stimolare una riflessione sul valore del progetto culturale che sta prendendo forma, promuovendo possibilità di confronto per indirizzi sempre più consapevoli ed efficaci e nel contempo è una delle occasioni per condividere con il territorio e con la comunità scientifica alcuni dei nuovi contenuti emergenti dalle sollecitazioni che Fondazione Baechi ha operato. Proprio da queste nuove acquisizioni scientifiche deriva anche la possibilità di formulare una progettualità metodologicamente solida e identificata in modo specifico.

 

Oggetto degli interventi della mattina sono i “Cantieri di restauro” di palazzo Malacrida a Morbegno e di palazzo Salis a Chiavenna. I direttori dei lavori (Alberto Gavazzi e Silvia Carnazza) e i restauratori (Amalia Sandri e Ornella Sterlocchi) metteranno in risalto alcune delle peculiarità dei palazzi, attraverso la descrizione degli interventi realizzati e una prima interpretazione critica dei dati materiali.

A partire da fonti di diversa natura e da sollecitazioni disciplinari differenti, i relatori del pomeriggio si dedicheranno ad analisi interpretative di prima sintesi, entro la prospettiva di lettura pluridisciplinare avviata la mattina (“Archivi e protagonisti”). Gianpaolo Angelini tratterà di alcune residenze signorili realizzate da Pietro Solari nel territorio della provincia di Sondrio. Simonetta Coppa, invece, traccerà per la prima volta il profilo del pittore quadraturista Giuseppe Coduri. Sulle fonti di committenza conservate negli archivi familiari Sertoli e Malacrida si poserà l’attenzione di Rita Pezzola.

Il convegno sarà chiuso da un intervento di sintesi a cura di Balz Baechi, che porrà l’accento sulle ragioni e sui punti di interesse della fondazione che rappresenta.

 

Durante la giornata, due momenti saranno dedicati al linguaggio espressivo della musica, esperienziato negli spazi restaurati.

Il concerto serale, presso la collegiata di San Giovanni Battista, vedrà la collaborazione tra l’Orchestra Vivaldi, diretta da Lorenzo Passerini, e l’Ensamble policorale Caecilia, guidato dal maestro Antonio Eros Negri (musiche di Antonio Vivaldi, Antonio Eros Negri e Piergiorgio Ratti).

Invece, ha natura di riflessione l’Intermezzo delle 12.30, presso l’auditorium di Sant’Antonio. Piergiorgio Ratti narrerà l’esperienza (di due anni fa) presso palazzo Malacrida, nella quale sperimentò un intenso rapporto tra composizione musicale e spazio architettonico: il palazzo non fu non solo lo scenario di una performance, ma esso stesso fu ispiratore partecipe del linguaggio della musica e di quello della danza.